Blog

Lavoro dipendente o lavoro autonomo?

E’ capitato infinite volte di rinunciare ad un sogno e la sensazione la conosci bene, è triste e amara, è una spina nel cuore e tu lo sai che fa davvero male.

Non ti bastavano i soldi, l’amico che volevi coinvolgere nel progetto si è tirato indietro e tu sei rimasto da solo; hai avuto paura e così hai abbandonato tutto decidendo di fare il dipendente.

Adesso il tuo lavoro è subordinato alle direttive di un datore di lavoro, non sei costretto a prendere decisioni importanti, alla fine della giornata timbri il cartellino e te ne vai, sei libero e fino al giorno successivo, non ci pensi più!!?

Però il dolore di quella spina nel cuore rimane e diventa sempre più insopportabile; Perché?
Le difficoltà sono parte della vita e un ostacolo non è la fine dei tuoi sogni, persino in quei luoghi dove imperversa la guerra, la gente sogna e non si da per vinta.

Allora non arrenderti, guarda oltre alle difficoltà iniziali, la tua pizzeria o il bar di tendenza, magari un disco-pub, una palestra o il centro per lo yoga, il tuo studio da professionista oppure quel network così bene organizzato; realizza il tuo sogno di imprenditore.

Tempo fa leggevo alcuni articoli sulla parola LAVORO che nella lingua inglese si traduce con il sostantivo JOB, e sta ad indicare prevalentemente forme di lavoro dipendente; analizzando questo acronimo, J.O.B. sta per (JUST OVER BROKE) che tradotto significa “POCO PIÙ CHE FALLITO”.

Anche nella legislazione italiana è stato introdotto il sostantivo JOB, utilizzato per definire alcune forme di lavoro dipendente, come ad esempio job on call – job sharing ma, aldilà di tutto, quel POCO PIU’CHE FALLITO ha insinuato un dubbio…..ma sarà la scelta migliore?

Scorrendo altri articoli, dove si parla invece di lavoro autonomo, si cita spesso l’acronimo Y.O.B. – (YOUR OWN BUSINESS) PROPRIO IL TUO LAVORO.

Solo la passione e il piacere di fare, ti portano a realizzare cose altrimenti impensabili, e allora il tuo lavoro diverrà quella grande impresa di successo che coincide con il “tuo sogno” che mai e poi mai, dovrai abbandonare.

Credici, fanne la tua passione, coltivalo fino a che non l’avrei realizzato!

Rimboccati le maniche e sappi coniugare alla perfezione LAVORO e PASSIONE per condurre al successo la tua attività, consapevole che la “vera ricchezza” è anche la libertà di poter scegliere.